Snowden è il ritratto personale e affascinante di una delle figure più controverse degli ultimi anni, l’uomo responsabile di quella che è stata definita la più grande violazione dei sistemi di sicurezza nella storia dei servizi segreti americani: Edward Snowden. Nel 2013 Edward Snowden si muove per incontrare dei giornalisti allo scopo di rivelare i giganteschi programmi di sorveglianza informatica elaborati dal governo degli Stati Uniti. Scopre che una montagna virtuale di dati viene registrata tracciando ogni forma di comunicazione digitale e trova il coraggio di rivelare tutto, lasciando la donna che ama e sacrificando tutto per i suoi principi, ormai deluso dal sistema.

snowden-SNOWDEN_00139_rgb.jpgIl film parte subito con l’empatia nei confronti di Edward Snowden, un eroe moderno di cui le vicende sono spesso nascoste per motivi politici. Il coraggio di intraprendere un film sull’argomento e prendere le parti del protagonista non è da poco. Ben diretto e ben recitato (Joseph Gordon-Levitt), il film regala immagini e tematiche emozionanti, allo stesso tempo coinvolge e spaventa; ma parlando del vero rende partecipi tutti.

Ottime anche le musiche (Craig Armstrong) e gli aspetti tecnici. In genere non amo i film biografici ma questo è un ottimo film, piacevole e per niente noioso. Tratta di tematiche al giorno d’oggi fondamentali, apre gli occhi sui pericoli e sull’importanza della tecnologia e della sicurezza di oggi. Ci lamentiamo delle guerre, del razzismo, ma ci sono tante cose che nell’ombra ci sfuggono e su cui dobbiamo aprire gli occhi.

Sicuramente parte della vicenda è romanzata e inventata, ispirata alla storia vera che per certi versi è secondo me meno assurda. Ma il film va visto e bisogna assolutamente conoscere certe vicende del mondo di oggi. Un film per gli appassionati di hacker e trame misteriose, scoop, spionaggio e misteri.

IL MIO VOTO: ♥ ♥ ♥ ♥ 4/5

Annunci